Destinazioni

Grecia in Barca: La Guida Completa

19 June 2019

Grecia in Barca: La Guida Completa

In questa guida daremo uno sguardo approfondito a come sfruttare al meglio le vostre vacanze in barca in Grecia: vedremo quali luoghi visitare, cosa fare e quali norme e regolamenti vanno tenuti a mente. 

una città di cicladi in grecia

Informazioni Utili

  • Valuta: Euro
  • Periodo migliore per la navigazione: da aprile a ottobre
  • Venti prevalenti: da nord
  • Lingua ufficiale: greco
  • Da non perdere: le spiagge di Naxos e Paros, il porto a ferro di cavallo di Ýdhra e la Baia del Naufragio 

Quando Andare in Barca in Grecia?

Quando si naviga in Grecia è fondamentale tenere a mente la stagione ed essere consapevoli della direzione dei venti. Grazie al clima mite, la primavera e l’autunno sono probabilmente i peridi più piacevoli per viaggiare, mentre l’estate è considerata particolarmente calda e afosa. 

In Grecia, la stagione di navigazione inizia ad aprile e termina a novembre. Gli inverni sono molto miti a Rodi e Creta, mentre spostandosi verso l’interno e più a nord, il clima diventa più fresco. I meltemi, che qui vengono chiamati etesi, sono i venti stagionali dell’estate, che iniziano a soffiare a maggio e possono durare fino a settembre. 

Questi venti sono più forti durante i mesi di luglio e agosto. Le tempeste violente si verificano solamente durante l’inverno e febbraio è considerato il periodo peggiore. Tuttavia, generalmente il clima greco è piacevole ed è molto raro che si verifichino situazioni metereologiche estreme.  

veduta aerea di una baia isolata in Grecia

Cosa Tenere a Mente Quando si Naviga in Grecia in Alta Stagione

Se pensate di visitare la Grecia in barca durante la stagione più turistica, dovrete tenere a mente queste informazioni:

  • Le aree di navigazione più affollate sono Leucade, Salonicco e Corfù.
  • Troverete anche molti turisti a Ios, Ros, Santorini, Mykonos, Rodi, Lesbo, ecc.
  • Nel Mar Egeo, i venti meltemi sono non solo fastidiosi e difficili da gestire, ma possono diventare pericolosi per i navigatori.
  • Troverete aperti tutti i musei, le taverne e le terme. 

Perché Scegliere di Andare in Barca in Grecia ad Aprile, Maggio e Giugno?

Viaggiare durante questi mesi potrebbe rivelarsi un’ottima idea. Ecco alcune ragioni per sceglierli: 

  • In questo periodo, le isole sono verdi e rigogliose, ricoperte di fiori appena sbocciati dopo le piogge primaverili di marzo. Questo genere di vegetazione è caratteristico delle isole del Dodecaneso e delle Cicladi, che diventano invece sempre più secche e aride a mano a mano che si avvicina l’alta stagione del noleggio imbarcazioni. Tuttavia, l’Egeo settentrionale e il Golfo di Ionia potrebbero rimanere verdi e fertili anche durante la stagione di navigazione, pur perdendo la maggior parte dei fiori. 
  • Questi mesi sono generalmente più economici per quanto riguarda il noleggio di barche. Il periodo più caro infatti, inizia con le ultime settimane di luglio. Al contrario, viaggiare prima di marzo potrebbe farvi ottenere offerte più convenienti. 
  • Ancora, durante questi mesi le barche nei porti sono poco numerose. Di conseguenza, anche se arriverete nel tardo pomeriggio, troverete ancora ancoraggi, taverne e marine aperti.  
Spiaggia di Corfù

Dove Navigare in Grecia?

Andare in barca in Grecia potrebbe rivelarsi l’avventura della vita. Le isole sono ricolme di città storiche, splendide spiagge, antiche rovine e resort lussuosi. Ogni area esplorabile ha un buon numero di città e porti facilmente accessibili tramite itinerari avventurosi. Tutto ciò, renderà fantastica e indimenticabile la vostra esperienza di navigazione.

Le isole greche possono essere suddivise in sette gruppi principali e si estendono attraverso due ampi mari. Si tratta di aree di navigazione molto diverse l’una dall’altra, ma ognuna in grado di offrire un’esperienza unica. I principali arcipelaghi greci sono: il Golfo Saronico, le Isole Cicladi, le Isole del Dodecaneso, le Sporadi, le Isole Ionie e Creta.

  • Il Golfo Saronico

Il Golfo Saronico è caratterizzato da venti deboli e acque calme, il che lo rende l’area di navigazione perfetta per coloro che visitano la Grecia per la prima volta. Richiede tuttavia almeno un minimo di esperienza nautica. Le isole, assieme alla terraferma, offrono ai visitatori una varietà di destinazioni da visitare. Oltre ad avere insenature isolate e baie nascoste, quest’area permette di dedicarsi a tutta una serie di attività interessanti, ha ottimi servizi e tanta vita notturna. Insomma, ha qualcosa per rendere felici davvero tutti. Qui potrete visitare Hydra, Aegina, Agistri e Spetses.

  • Isole Cicladi 

Le Isole Cicladi sono senza dubbio una delle destinazioni più gettonate al mondo. Infatti, non solo offrono ai visitatori spiagge bellissime, ma anche magnifici paesaggi riarsi dal sole e architettura antica. Le isole dell’arcipelago sono disposte a cerchio e comprendono l’Isola di Delos, il luogo di nascita del mitologico dio Apollo. Anche le famosissime Mikonos e Santorini fanno parte del gruppo delle Cicladi. 

Tuttavia, non è tutto. Fanno parte delle Cicladi anche isolette più piccole e meno conosciute come Kimolos, Folegandros, Sikinos, Andros e Anafi. Anch’esse offrono scenari mozzafiato e meritano di essere visitate. Oltre all’indiscussa bellezza delle isole, gli amanti del mare apprezzano anche la potenza dei venti dell’alta stagione. Infatti, i meltemi che soffiano durante i mesi di luglio e agosto possono diventare decisamente forti e sferzanti. Pertanto, i navigatori che affrontano queste acque, devono possedere abilità nautiche di livello avanzato e una buona esperienza alle spalle. 

  • Isole Ionie

Le Isole Ionie godono di un clima mite per tutto l’arco dell’anno: i venti leggeri soffiano da nord-est e il mare è sempre calmo. Queste particolari condizioni rendono l’arcipelago perfetto sia per i principianti della nautica che per chi possiede un livello più avanzato. Infatti, dal momento che queste isole offrono ormeggi protetti e una navigazione sicura, potrete divertivi senza pensieri. 

Ciò che attrae un grande numero di turisti anno dopo anno sono le incredibili acque verde smeraldo, la vegetazione lussureggiante e le diverse attività che possono essere svolte alle Isole Ionie. Grazie anche alle magnifiche foreste mediterranee, questa zona sta diventando sempre più popolare tra i viaggiatori. 

  • Isole del Dodecaneso

L’arcipelago del Dodecaneso è costituito da 12 isole greche. Alcune delle più famose sono Symi, Lipsi, Nisyros, Tilos, Kasos, Khalki, Rodi e Karpathos. Queste isole sono particolarmente aride e caratterizzate da un clima caldo e asciutto, mentre i venti soffiano prevalentemente da nord-ovest. Inoltre, poiché si trovano all’estremità meridionale del territorio greco, vengono considerate la destinazione più calda del paese in cui navigare. Per questo motivo, potrete visitarle anche nel mese di aprile (a inizio stagione) o verso la fine di ottobre e inizio novembre, quando i venti sono più calmi e soffiano da sud-est.

Per navigare attorno a queste isole, sono necessarie competenze nautiche medio-avanzate.

  • Sporadi

Le Isole Sporadi sono situate nella parte nord-occidentale del Mar Egeo, sono di una bellezza eccezionale e offrono tantissime spiagge ampie e meravigliose. Il clima di quest’area è caratterizzato da inverni miti, estati calde e piogge frequenti.

Solitamente, i venti di questa zona hanno provenienza nord o nord-est e, di conseguenza, l’esperienza nautica per poterli affrontare deve essere medio-buona. Nonostante le isole Sporadi non siano il posto migliore per ammirare monumenti e siti archeologici, offrono comunque aree mozzafiato dove rilassarsi sotto il sole e fare il bagno in mare. 

  • Creta

Creta è una delle isole greche più estese ed è situata piuttosto vicina alla costa settentrionale dell’Africa. Questa destinazione offre molti siti storici minoici e le montagne dell’entroterra sono spesso coperte di neve. Se viaggiate con il vostro yacht o la vostra barca a noleggio, potrete facilmente visitare il Palazzo Malia di Milatos, Paleoora, le rovine del castello, la Laguna di Spinalonga e Loutro. 

Dovrete tenere a mente tuttavia che i venti estivi possono essere molto forti a causa delle montagne presenti lungo la costa meridionale dell’isola. 

la famosa spiaggia di navagio in Grecia con molte barche in giro per la Grecia

Legislazione Greca

Se siete in procinto di navigare in acque greche, dovrete necessariamente conoscere di alcune politiche doganali e portuali. Ecco alcune leggi da tenere a mente:

  • All’ingresso in Grecia è importante ricordate che tutti gli yacht devono essere sdoganati dalle autorità portuali, il che include controlli in tema di sanità, dogana, valuta e immigrazione. Inoltre, la documentazione dell’imbarcazione, compresa la lista dell’equipaggio e dei passeggeri, verrà ispezionata dalle autorità competenti. La dogana emette quindi un permesso di transito, che può essere rinnovato dopo sei mesi ma non può superare l’anno di validità. Questo documento è ciò che consente allo yacht di navigare tranquillamente in acque greche.
  • Sullo yacht devono essere presenti il documento di registrazione originale e la licenza della radio di bordo. Inoltre, almeno un membro dell’equipaggio deve possedere una patente che ne certifichi la competenza nell’utilizzo dell’apparato VHF / radio. Per quanto riguarda le imbarcazioni UE, è anche necessario avere con sé la documentazione che concerne l’IVA.
  • In linea di massima, potrete trascorrere la notte solo in barca e non negli hotel sulla terraferma. Se deciderete invece di soggiornare a terra, dovrete avvisare il comandante del porto o il dipartimento immigrazione. 
  • Entrando in Grecia in yacht, i passaporti individuali non vengono timbrati all’ingresso e non sono necessari per uscire dal paese (purché si esca con la stessa imbarcazione). Se invece state pianificando di lasciare la nazione con un altro mezzo di trasporto, come ad esempio l’aereo, dovrete farvi stampare il passaporto presso il dipartimento per l’immigrazione. 
  • Pescare con attrezzatura subacquea in acque greche è illegale. Di contro, se si rimane nelle aree apposite, è possibile farlo utilizzando solo maschera e boccaglio. 
  • Per proteggere i siti archeologici, le immersioni con bombole non sono consentite. 
  • Quando si viaggia in yacht, è necessario che il proprietario dell’imbarcazione si trovi a bordo. Se invece volete navigare con la barca di un parente o un amico, potete farlo ma dovrete richiedere alla polizia di porto la documentazione necessaria da compilare. 
  • Per tirare a secco uno yacht è necessaria l’autorizzazione della polizia portuale. 
  • Se viaggiate con il vostro cane o il vostro gatto, allora dovrete assicurarvi che i vostri animali abbiano fatto il vaccino contro la rabbia e posseggano tutti i certificati sanitari del caso rilasciati nel paese di origine. Per quanto riguarda i cani, le vaccinazioni devono esser state fatte da meno di un anno, mentre per i gatti il periodo finestra è quello compreso tra i 6 mesi ed i 6 giorni prima della partenza.  
  • Il visto non è necessario per viaggi di durata inferiore ai 3 mesi e se siete residenti di alcuni paesi particolari. Tuttavia, potrebbe esservi rifiutato l’ingresso se sul passaporto avete il timbro di Cipro Nord (parte turca).
Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *