Consigli Sam

Come scegliere una barca a motore

26 September 2019

Come scegliere una barca a motore

Per scegliere la barca a motore che faccia al tuo caso, dovrai tenere conto di specifiche caratteristiche e di ciò che ti aspetti dall’imbarcazione. Vediamo insieme come orientarsi:

Velocità e praticità di una barca a motore

Due caratteristiche che potresti ricercare sono quelle appena esposte, in particolare: la massimizzazione degli spazi interni al fine di ottenere la comodità di cui necessiti, e in tale circostanza una barca a motore risulta essere l’opzione migliore.

Inoltre, come precedentemente suggerito, nella scelta dovrai tenere conto delle tue necessità, il mercato nautico garantisce un’ampia scelta se hai deciso di acquistare una barca a motore.

Quindi, se hai intenzione di farti un’idea su quale imbarcazione acquistare, probabilmente la prima cosa che farai sarà prendere il tuo smartphone ed effettuare una ricerca sui siti di annunci nautici.

Inoltre, questo ti darà la possibilità di studiare i materiali, i diversi motori e potenze delle barche a motore, così da avere maggiore consapevolezza sul come orientarti sulla base delle tue necessità e possibilità di spesa.

Motscafo visto dall'alto

Barca nuova o barca usata

Tra le prime scelte che dovrai fare ci sarà quella sul modello di barca: dovrai decidere anticipatamente una volta visti prezzi e condizioni, se acquistare una barca usata o dirigere la tua attenzione verso un modello nuovo.

Per capire come scegliere tra nuovo e usato bisogna tenere conto dei vantaggi dell’acquisto di una barca nuova e di quelli di una barca usata.

Infatti, se si acquista una barca nuova, si avrà anche a disposizione una garanzia da parte del fabbricante, nelle circostanze in cui si dovessero presentare qualche problema.

Ma in questo caso, dovrai pagare un deposito nel momento in cui acquisti la tua barca e poi dovrai attendere talvolta per mesi che questa sia pronta per la consegna.

Invece i vantaggi di una barca usata quali sono?

Risulta abbastanza ovvio il vantaggio di questa tipologia di mercato che si concentra sul prezzo, garantendo un’imbarcazione spesso ben equipaggiata e sofisticata a costi maggiormente accessibili rispetto ad un modello nuovo. Tuttavia, così facendo otterrai l’esenzione dal deprezzamento che si ha nei primi anni.

In aggiunta a ciò un altro vantaggio si basa sulla quantità di offerte sul mercato, che di fatto inducono il proprietario della barca ad accettare più facilmente di negoziare sul costo.

Se si è acquistato una barca usata si può decidere di puntare su una serie di complementi che consentono di modernizzarla e migliorarla.

In tal senso il mercato degli articoli per appassionati del settore è davvero florido, ma attenzione!

Se cercate la qualità, la differenza la troverete nella scelta di articoli nautici realizzati artigianalmente, dove la selezione delle materie prime può garantire una maggior durata di utilizzo ed abbellire realmente la vostra imbarcazione.

Tipi di barche a motore e barche a vela in porto attraccate

Tipi di barca a motore

Per capire quale imbarcazione acquistare, che sia nuova o di seconda mano, è indispensabile conoscere le tipologie di barca più comuni e vedere quali sono le loro caratteristiche distintive.

Ecco l’elenco dei diversi tipi di barche a motore disponibili sul mercato italiano, e che vanno dal prezzo più basso al più alto:

  1. Gommone fuoribordo
  2. Semirigida
  3. Open
  4. Pilotina centrale
  5. Cruiser sportivo e cruiser familiare
  6. Barche da pesca sportiva

Comunque, se avete già fatto una scelta per la vostra prima barca dovete sapere solo concentrarvi su questi elementi (facciamo un riepilogo):

  • costo
  • materiali
  • motore
  • potenza
  • scelta tra nuovo e di seconda mano

Ad esempio, osservando gli annunci online, si scopre che una barca di 10 anni in vetroresina senza motore lunga all’incirca 5 metri, costa intorno ai 2000 euro.

Ad ogni modo, se acquistate da un privato, come avviene per l’acquisto delle auto, e se non siete esperti, vi conviene portare con voi qualcuno che conosca bene le imbarcazioni.

Inoltre, restando sui 2000€ non potrete acquistare un mini yacht, ma un open con pilotina al centro e con la chiglia in discrete condizioni.

Infine è bene ricordare che la patente nautica non occorre se volete condurre un’imbarcazione motorizzata fino a 40 cavalli per fuoribordo a benzina.

Tuttavia, nonostante in questa circostanza non vi occorre la patente, ciò non significa che abbiate l’autorizzazione a salire in barca.

Leggete le normative visto che queste indicano anche i comportamenti da adottare.

Una volta acquistata, non rimarra che dare un nome alla vostra barca!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *