L’invernaggio sta arrivando

by | Oct 12, 2018

barche a secco al marina

Ti sei assicurato di aver preso tutte le precauzioni per conservare la tua barca?

L’inverno è alle porte, e con esso l’armatore si ritrova davanti una scelta ben precisa, lasciare a mollo la propria imbarcazione o metterla a secco? Molti proprietari decidono di optare per la seconda opzione, sia per i costi, che per le possibili operazioni effettuabili a bordo. Ed è così che migliaia di barche vengono estratte dall’acqua e messe a secco giorno dopo giorno. Ebbene, che il processo di invernaggio abbia inizio!

Noi di Samboat, abbiamo deciso di creare per te una piccola guida con i punti salienti da prendere in considerazione per effettuare un invernaggio di successo!

D’altronde, ricordati che iscrivendoti a Samboat potrai trovare facilmente clienti a cui noleggiare la tua imbarcazione, ottimizzando le tue spese per la messa in secco!

Ma non perdiamo altro tempo e cominciamo con la mini-guida:

Trova un luogo adatto dove conservare la tua barca

Ricordati che stai per conservare a tua barca per almeno 6-7 mesi, ti converrebbe accertati che il luogo sia adatto. Da evitare assolutamente luoghi con forti dosi umidità e un’elevata esposizione ai raggi solari. Entrambi i casi potrebbero rivelarsi altamente nocivi per la tua imbarcazione.

Ricordati di staccare l’impianto elettrico

Assicurati di aver tolto il contatto della batteria, e se possibile, riportare quest’ultima a casa per ricaricarla di tanto in tanto. Questa operazione ti permetterà di allungarne la durata ed evitare spiacevoli sorprese ad inizio stagione. Una batteria si scarica del 10% circa in maniera automatica ogni mese.

Svuotare il possibile: serbatoio, carburante, olio e gas

Prima di combinare un pasticcio, libera i serbatoi dell’acqua, evitando così la proliferazione di organismi, pensa anche ad estrarre il carburante in eccesso e scendere le bombole del gas. Renderà l’operazione più facile, ma soprattutto meno rischiosa. Per quanto riguarda il carburante si potrebbe pure lasciare colmo fino all’orlo per proteggere dalla corrosione (scuole di pensiero). Ti consigliamo un’occhiata all’olio con relativo ricambio.

Attenzione: tornando all’acqua pensa a tirare fuori tutto il possibile con la pompa di sentina!

La tua barca è vuota? Sicuro? È il momento del trasporto

Una volta che è tutto vuoto controlla di aver messo a terra tutto, ma proprio TUTTO! Non dimenticarti documenti, segnaletica e i dispositivi di sicurezza (razzi e salvagenti), attrezzatura nautica (maschere, pinne, coltelli) e tutto quello che non serve. Ora se non lo puoi fare tu stesso, contatta una società per il trasporto e la messa a secco (o sul carrello).

Arrivati a destinazione, comincia la nuova cura

Una volta sistemata la vostra barca nel posto scelto arriva il momento che tutti aspettavano. La carena va “scrostata” eliminando gli eventuali organismi che sono nati su di essa, e pulita! Per quanto riguarda la pulizia va fatta a fondo con i prodotti relativi, sia la carena che il resto dell’imbarcazione.

Occhio di riguardo al motore

Come ben sai il motore va controllato a fondo pezzo per pezzo ed eventualmente revisionato. Particolari attenzioni vanno poste all’elica della barca, controllando eventuali danni. Una volta controllata, consigliamo di farla girare in acqua dolce per almeno mezz’oretta. Dagli una lavata con la spugna e passa al secondo step. Pensa a lubrificare, cambiare i filtri e passare l’antigelo se le temperature lo richiedono.

Ultimo step : Copertura e accorgimenti

Ci siamo quasi. Se si tratta di una barca a vela occupati delle vele, facendo attenzione che tutto sia OK. Potresti approfittarne pure per dare un’occhiata al tech o risolvere i problemi che hai riscontrato durante la stagione. Prova infine a coprire la tua barca con un telo ben teso, una volta asciutta, in modo da proteggerla da eventuali animali, e, se all’esterno, per evitare che gli piova dentro.

L’invernaggio della tua imbarcazione è un momento fondamentale nella sua gestione, si potrebbe paragonare a quando si pota un albero. Se quest’ultimo viene effettuato correttamente si evitano tantissimi possibili problemi per la stagione successiva, si tratta di una pratica complicata ma che va effettuata correttamente.

Se sei interessato a noleggiare la tua barca per la prossima stagione in modo da recuperare il costo del tuo ivernaggio non esitare a visitare il sito di Samboat. O semplicemente se vuoi scoprire altri articoli non esitare a consultare il nostro blog.

Piattaforma di noleggio barche online in tutto il mondo
Con 14 giorni di ferie puoi avere 38 giorni di vacanza nel 2024

Con 14 giorni di ferie puoi avere 38 giorni di vacanza nel 2024

Stai pensando a che giorni di ferie prendere quest’anno per goderti al massimo le tue vacanze? Con 14 giorni scelti attentamente, potrai godere di 38 giorni di vacanza nel 2024. Scopri come sfruttare al meglio le tue ferie e creare momenti indimenticabili.  VACANZE DI...

Il Natale e le tradizioni marine 

Il Natale e le tradizioni marine 

È finalmente giunto il momento più magico dell'anno, in cui la cioccolata calda sostituisce le bibite ghiacciate e guanti e cappelli prendono il posto dei costumi da bagno e degli occhiali da sole.  Questo periodo è intriso di tradizioni che scaldano il cuore e creano...